Comunicati dell'Ufficio stampa

Formazione professionale: percorsi di specializzazione per militari

Accordo tra Provincia e Truppe Alpine per la specializzazione dei militari in ambito infrastrutturale. Vettorato: “Favorire lo sviluppo di competenze professionali a sostegno della collettività”.

L'intesa mira a sviluppare le competenze professionali dei militari impegnati a svolgere operazioni umanitarie e di soccorso in ambito nazionale ed internazionale. La firma del Protocollo d’Intesa per la specializzazione dei militari in ambito infrastrutturale è stata siglata oggi (21 marzo) a Bolzano presso la “Sala Bianca” dell’Istituto “Luigi Einaudi” tra le Truppe Alpine e la Direzione provinciale per la formazione professionale in lingua italiana.
“La collaborazione rientra tra le opportunità, già garantite in altre regioni italiane per lo sviluppo di analoghe attività formative a favore dei militari – ha sottolineato l'assessore Giuliano Vettorato - grazie al lavoro sviluppato dalle Formazione professionale in lingua italiana sarà possibile favorire lo sviluppo di competenze professionali a sostegno della collettività”.

I percorsi formativi 

L'attività formativa, in futuro, sarà rivolta ai militari già in possesso delle competenze di base in ambito infrastrutturale, che hanno già sviluppato durante il loro servizio in caserma mansioni quali elettricista, idraulico e carpentiere, che dunque potranno essere ulteriormente implementate. “La garanzia di una formazione di qualità è una responsabilità collettiva, rispetto alla quale la Formazione professionale italiana ha risposto con grande slancio e professionalità – ha evidenziato il sovrintendente, Vincenzo Gullotta - grazie soprattutto all’esperienza dei propri docenti, dimostrandosi in questo senso una best practice del territorio non solo locale, ma anche nazionale”. Il vicecomandante del Territorio Generale di Divisione, Massimo Biagini, ha sottolineato l'importanza di questo accordo. “Le Forze Armate – ha spiegato – vogliono implementare la qualità della formazione pratica, garantendo, al contempo, la certificazione delle competenze dei militari da impiegare nei Reparti Operativi Genio Infrastrutture, chiamati a svolgere operazioni umanitarie e di soccorso in ambito internazionale ed interventi spesso finalizzati anche a sostegno delle popolazioni colpite dalle calamità”. Soddisfazione è stata espressa dal direttore della Formazione Professionale in lingua italiana, Giuseppe Delpero. “Questo accordo – ha evidenziato - rappresenta un primo ma decisivo passo verso nuove sinergie che consentiranno di soddisfare le esigenze formative e di disporre di personale qualificato. La certificazione assume, dunque, maggiore valenza nell’ambito del difficile periodo storico che stiamo vivendo”.


Vai alla versione originale del comunicato per visualizzare eventuali immagini, documenti o video correlati

ASP/tl