Comunicati dell'Ufficio stampa

Formazione professionale, via libera al piano per il 2022

La Giunta ha approvato oggi (21 dicembre) il piano formativo della Formazione professionale italiana e tedesca e della Scuola professionale per l'artigianato artistico della Val Gardena.

In Alto Adige I Centri di formazione Professionale distribuiti sul territorio provinciale si occupano di formazione di base (qualifica), di formazione post-qualifica e di maturità professionale attraverso la realizzazione di corsi che comprendono vari settori. La Giunta, su proposta degli assessori Giuliano Vettorato, Philipp Achammer e Daniel Alfreider, ha approvato oggi (21 dicembre) il Piano formativo per il 2022 per le Formazioni professionali italiana e tedesca, oltre che per la Scuola professionale per l'artigianato artistico della Val Gardena. Si tratta del passaggio definitivo, dopo la valutazione positiva da parte della Commissione per la formazione professionale.  “La ricca offerta formativa – sottolinea l’assessore alla scuola in lingua italiana Giuliano Vettorato - contiene proposte calibrate sulle competenze richieste alle principali figure professionali presenti in provincia di Bolzano e denota lo sforzo che la Formazione professionale in lingua italiana sta compiendo in questi anni nel rafforzamento del lavoro di rete con imprese, parti sociali, istituzioni pubbliche e private del territorio”.

L'assessore provinciale Philipp Achammer evidenzia l'ottima reputazione di cui gode la formazione professionale altoatesina, anche se la recente emergenza legata alla pandemia ha reso difficile l'organizzazione di lezioni e stage. "Vogliamo garantire anche in futuro un'eccellente formazione professionale - ha sottolineato Achammer - e rafforzare il sistema duale della formazione professionale. La formazione professionale offre ai giovani tante opportunità di carriera e sviluppo: l'economia altoatesina ha bisogno di lavoratori qualificati e ben formati”. Anche per l’offerta scolastica ladina la formazione scolastica professionale è un importante tassello per garantire ai giovani delle vallate ladine un'ampia gamma di possibilità di formazione per il proprio percorso professionale" - ha sottolineato l'assessore alla scuola ladina, Daniel Alfreider.

"Dopo un ultimo anno scolastico difficile a causa della pandemia - ha evidenziato il direttore dell’istruzione e formazione tedesca, Gustav Tschenett, le scuole professionali e tecniche della nostra provincia hanno nuovamente creato un'offerta formativa ampia, innovativa e basata sulle necessità per il 2022/23".



Vai alla versione originale del comunicato per visualizzare eventuali immagini, documenti o video correlati

ASP/jw/tl