Comunicati dell'Ufficio stampa

Pizzaiolo: nuova qualifica professionale

La Giunta provinciale ha approvato una nuova misura che permetterà agli aspiranti pizzaioli di acquisire la qualifica professionale in due istituti altoatesini.

Via libera alla nuova formazione professionale: il pizzaiolo. (Foto: Unsplash)

La pizza è a tutt'oggi uno dei cibi più amati e famosi in tutto il mondo, diventando nel tempo un simbolo dell'italianità. Dietro a questo cibo c'è il grande lavoro dei pizzaioli, ai quali spetta un grande lavoro di preparazione: dalla scelta dell'impasto e degli ingredienti, alle farciture, fino alla cottura. La professione di pizzaiolo, dunque, rimane molto richiesta anche in Alto Adige e partendo da questo presupposto, oggi (2 febbraio) la Giunta provinciale, su proposta degli assessori Giuliano Vettorato e Philipp Achammer, ha approvato un'importante misura che permetterà agli aspiranti pizzaioli di formarsi direttamente sul territorio, acquisendo la qualifica professionale. 

In futuro, presso due istituti tecnici in provincia, la Scuola professionale alberghiera provinciale in lingua tedesca "Emma Hellenstainer" di Bressanone e la Scuola Professionale Provinciale Alberghiera in lingua italiana "Cesare Ritz" di Merano, sarà possibile acquisire la qualifica professionale di pizzaiolo. "Quello di pizzaiolo è un mestiere che può avere successo – sottolinea l'assessore alla scuola Giuliano Vettorato – dietro al quale c'è passione, dedizione e anche un'alta e costante richiesta sul mercato del lavoro. Ai giovani del nostro territorio diamo la possibilità di formarsi direttamente sul territorio e con una formazione veramente qualificata". "Con la decisione odierna – sottolinea l'assessore Philipp Achammer - la nuova qualifica sarà inclusa nel Registro provinciale del sistema educativo di istruzione e di formazione". L'introduzione della nuova qualifica è stata sviluppata dal Centro di coordinamento Formazione continua professionale e dalla Direzione provinciale formazione professionale continua in lingua italiana, in accordo con i due istituti.

ASP/jw/tl

Galleria fotografica