Comunicati dell'Ufficio stampa

Assunzioni nella scuola italiana: Vettorato incontra i sindacati

L’assessore alla scuola italiana Giuliano Vettorato ha incontrato i sindacati del mondo della scuola. Al centro dell’incontro la modalità di reclutamento del personale insegnante a tempo indeterminato

Il Sovrintendente Vincenzo Gullotta con l'assessore Giuliano Vettorato ad un appuntamento scolastico pre-Covid (Foto ASP)

L’assessore alla scuola italiana Giuliano Vettorato ha incontrato oggi (1 febbraio) i sindacati del mondo della scuola dell’Alto Adige. Al centro del confronto, al quale ha preso parte anche il Sovrintendente Vincenzo Gullotta, il tema della modalità di reclutamento del personale insegnante a tempo indeterminato nel breve e nel medio periodo. “Il personale docente è uno dei pilastri su cui si fonda la nostra scuola – sottolinea l’assessore Giuliano Vettorato - sin dall’inizio del mio mandato ho voluto prestare molta attenzione a questa categoria professionale, che svolge un ruolo fondamentale nella quotidianità della scuola”. 

112 posti a tempo indeterminato nel 2020

 “La legislazione locale prevede che la metà dei posti a tempo indeterminato venga coperta tramite concorsi, mentre la parte restante deve essere coperta attingendo alle graduatorie - spiega il Sovrintendente Vincenzo Gullotta - nel 2020 abbiamo bandito tre concorsi per le scuole secondarie di I e II grado: uno ordinario, uno straordinario e uno per docenti di tedesco, mettendo a disposizione complessivamente 112 posti a tempo indeterminato. Inoltre, lo scorso 29 gennaio sono stati aperti i termini per l’aggiornamento delle graduatorie provinciali e di istituto, che scadranno il 2 marzo prossimo”.  Per le assunzioni a medio termine, quindi, si farà ricorso alle graduatorie definitive, risultanti dai concorsi, e verrà consentito l’accesso alle graduatorie provinciali ai docenti abilitati (tramite concorso) iscritti nelle graduatorie provinciali.  Nel lungo periodo, invece, nel caso di classi di concorso per cui si renderanno disponibili numerosi posti saranno presi in considerazione coloro che svolgeranno i Percorsi Abilitanti Speciali (PAS), organizzati dalla Direzione provinciale scuole in accordo con l’Università. Nel caso di classi di concorso con fabbisogno limitato, invece, saranno banditi concorsi ordinari in concomitanza con il resto d’Italia.  Infine, l’accesso alle graduatorie provinciali sarà possibile con il possesso dell’abilitazione all’insegnamento.

ASP/fgo

Galleria fotografica