Comunicati dell'Ufficio stampa

Politiche giovanili in lingua italiana: via libera al Piano 2021

Il piano annuale dell’ufficio politiche giovanili in lingua italiana è stato approvato in questi giorni dalla Giunta provinciale.

Il programma delle politiche giovanili 2021 valorizza le discipline scientifiche anche nell’extrascuola per renderle attrattive. (Foto: unsplash)

L’Ufficio politiche giovanili della Ripartizione cultura italiana ha predisposto il piano di attività per il 2021, approvato anche dalla Consulta provinciale dei giovani. Il piano contiene la pianificazione delle attività a favore di chi lavora in ambito giovanile attraverso centri giovani e progetti in ambito culturale. Il focus è posto sulle discipline scientifiche e tecnologiche. “L'obiettivo è quello di valorizzare le discipline scientifiche anche nell’extrascuola per renderle attrattive”, afferma l'assessore provinciale alla scuola e cultura italiane Giuliano Vettorato. “Nella cultura italiana, infatti, esiste un grande divario da colmare tra discipline umanistiche e discipline tecnico-scientifiche. I giovani e le famiglie continuano a prediligere le prime, mentre le sfide che l’Europa si trova ad affrontare nel post pandemia, necessitano di un’alleanza equilibrata tra le une e le altre. La Giunta provinciale nei giorni scorsi ha dato il via libera al nuovo programma per il 2021 per una spesa complessiva di 2,5 milioni di euro.

“I giovani sono i veri protagonisti del 2021 - afferma l'assessore Vettorato che fa presente come - l’anno che verrà ricordato per il graduale ritorno alla normalità dopo l’epoca della pandemia, sono tra le categorie che hanno sofferto di più durante la pandemia, ma sono allo stesso tempo coloro i quali dovranno affrontare l’enorme sfida di ripensare la società post-covid".

Il piano

Il piano dell’ufficio politiche giovanili punta su tre fondamentali filiere: la filiera delle passioni, la filiera della partecipazione, la filiera dell’innovazione. Le passioni (teatro, musica, cinema, fumetti, etc) sono l’opportunità per i giovani di creare nuovi stili, nuovi linguaggi, nuove forme di senso e di relazione, che si trasformano sempre più spesso anche in nuove opportunità occupazionali. La filiera dell’innovazione è invece quella che valorizza i giovani talenti in campo creativo, scientifico e tecnologico in una prospettiva di “cantiere” per l’anticipazione di quelle che saranno le professioni del futuro. Il programma 2021 valorizzare le discipline scientifiche anche nell’extrascuola per renderle attrattive. A tale scopo saranno avviate numerose nuove iniziative sul gaming, la robotica, la scienza e l’intelligenza artificiale.  

L’aumento di budget

Rispetto al 2020, il nuovo Piano prevede un aumento di 200.000 euro, utile per riconoscere gli aumenti strutturali dei costi di gestione e di personale connessi alla rete delle organizzazioni giovanili, ma anche per avviare una nuova fase progettuale sulla promozione delle discipline scientifiche e tecnologiche. L’erogazione dei finanziamenti avverrà attraverso due bandi in scadenza rispettivamente il 30 marzo e il 31 luglio 2021, disponibili sul sito web dell’ufficio.

ASP/tl

Galleria fotografica