Comunicati dell'Ufficio stampa

Scuole superiori ladine: confermate tre direzioni didattiche

Ieri (31 marzo) la Giunta provinciale ha approvato le tre direzioni didattiche delle scuole superiori ladine.

Via libera della Giunta al piano per le scuole superiori ladine.

L'obiettivo del piano di distribuzione territoriale delle scuole superiori ladine è quello di garantire la stabilità del modello scolastico paritetico ladino e di mantenere l'attrattività delle scuole superiori ladine. Con la sua approvazione la Giunta provinciale ha confermato per i prossimi 5 anni scolastici le 3 direzioni didattiche e gli indirizzi scolastici.

"Le tre direzioni ladine hanno fatto un ottimo lavoro negli ultimi cinque anni e per continuare a garantire la stabilità del modello scolastico ladino, abbiamo deciso di mantenere l'attuale piano di distribuzione scolastica anche per i prossimi cinque anni" afferma l'assessore ladino Daniel Alfreider. La continuità delle iscrizioni nelle scuole secondarie è indice della qualità dell'insegnamento con l'obiettivo di ottimizzare l'offerta didattica assieme alle famiglie, dice Alfreider.

Anche la sovrintendente scolastica, Edith Ploner, sottolinea che "l'offerta di scuole superiori di alta qualità rappresenta un'ottima occasione per i giovani e le loro famiglie per rimanere nelle valli ladine". Secondo Ploner, le scuole superiori ladine garantiscono una buona qualità di insegnamento con un'attenzione particolare allo sviluppo personale di ogni studente.

Le tre direzioni didattiche previste dal nuovo piano di distribuzione territoriale degli istituti scolastici nelle località ladine sono quelle dell'Istituto tecnico economico Raetia e  del Liceo artistico Cademia, con annessa scuola professionale per l'artigianato artistico, entrambe a Ortisei. Inoltre c'è la direzione del centro scolastico di La Villa, che comprende l'Istituto tecnico economico e il Liceo linguistico ed il Liceo per le scienze umane.

Una parte delle materie di insegnamento è comune a tutti gli indirizzi scolastici, in questo modo si riesce a risparmiare importanti risorse finanziarie. Il piano è valido per le scuole superiori delle località ladine fino all'anno scolastico 2024/2025.

L'approvazione del piano scolastico da parte della Giunta provinciale è stata preceduta dai pareri positivi espressi dalla Sezione ladina della Consulta scolastica provinciale e dal Consiglio dei sindaci delle vallate ladine.

ASP/ASP/rc

Galleria fotografica