Comunicati dell'Ufficio stampa

Cordoglio per la scomparsa del gardenese Edgar Moroder

L’assessore Daniel Alfreider e l’intendente scolastica Edith Ploner partecipano al dolore per la scomparsa dell’insegnante e ricercatore di storia e natura locali.“Importante contributo alla cultura"

L’assessore Daniel Alfreider e l’Intendente scolastica ladina Edith Ploner hanno appreso con grande tristezza la notizia, improvvisa e inattesa, della scomparsa dell’insegnante di scuola superiore, già vicedirettore scolastico a Ortisei, Edgar Moroder.

“Edgar Moroder ha dato un importante contributo al mantenimento e allo sviluppo del nostro modello scolastico nelle valli ladine”, così Alfreider e Ploner, “ed è stato, non solo per le sue classi, ma per l’intera comunità gardenese, un importante e stimato riferimento”. “Adottava metodologie d’insegnamento moderne che lo hanno fatto benvolere dai suoi studenti”, ricordano ancora i responsabili della scuola ladina.

Grazie alla sua passione per la storia locale e per le scienze, unita a un forte e attivo legame col proprio luogo di nascita, Moroder ha realizzato numerose pubblicazioni sulle ricchezze culturali, la flora e la fauna della Val Gardena, “contribuendo così significativamente alla ricerca nell’ambito della locale”, aggiungono Alfreider e Ploner. È stato inoltre vicedirettore dell’Istituto tecnico Economico Raetia di Ortisei, componente del consiglio del Museum Gehrdëina (1964-1972) e, per un breve periodo, anche presidente della Union di Ladins de Gherdëina. “Le più sentite condoglianze, a nome dell’intera Direzione provinciale Scuola e cultura ladina, alla famiglia di Edgar Moroder: alla moglie Waltraud e alle figlie, la direttrice scolastica Monica e l’insegnante Ivonne”, così i due rappresentanti ladini esprimono la loro partecipazione al lutto.

ASP/rc/mc