Comunicati dell'Ufficio stampa

Scriptaflix, nasce il primo streaming in rete della cultura italiana

Online una piattaforma unica per raccogliere tutte le proposte culturali a livello locale e metterle in rete gratuitamente per tutti i cittadini. Vettorato: "Senza cultura ci sentiremmo più soli".

In rete il primo streaming gratuito della cultura a livello locale. (Foto: ASP)

In un momento storico di grandi trasformazioni per il mondo culturale in lingua italiana della provincia è nato "scriptaflix", una piattaforma unica ispirata a "netflix". Obiettivo: raccogliere in un unico canale online tutte le proposte culturali a livello locale. Molte organizzazioni culturali locali si sono attivate da subito per distribuire contenuti online, poi la redazione di "Scripta manent" ha lanciato la sfida di raccogliere in un unico canale streaming tutte queste proposte, che saranno visibili da casa e gratuitamente per tutti gli utenti sul sito web del progetto Scriptaflix. "Il motto #laculturanonsiferma – sottolinea l'assessore alla cultura Giuliano Vettorato – va avanti e anzi rilancia sempre consapevole del proprio ruolo imprescindibile. Ce ne rendiamo conto in questi giorni: senza i contenuti culturali online ci sentiremmo molto più soli e annoiati. In rete è possibile seguire concerti, assistere a rappresentazioni teatrali comodamente seduti nel proprio salotto". Per l'assessore alla cultura italiana si tratta di un'iniziativa unica "della quale siamo molto orgogliosi, perché dietro c'è un grande lavoro di rete da parte del mondo della cultura della nostra provincia".

Scriptaflix, nuovo canale streaming 

Ispirato con ironia alla nota società operante nella distribuzione in streaming di film, serie televisive e altri contenuti d'intrattenimento a pagamento, "Scriptaflix" nasce dunque come un grande catalogo che aggrega la proposta culturale in Alto Adige come da spirito di "Scripta Manent", da sempre vetrina della produzione culturale locale. Il nuovo canale streaming gratuito è già in rete e verrà aggiornato quotidianamente fino al termine della quarantena.

ASP/tl

Galleria fotografica