News

Olimpiadi, incarico speciale per la partecipazione altoatesina

Incarico speciale per la partecipazione della Provincia alle Olimpiadi 2026. La persona designata è Maurizio Mazagg, avrà il compito di supervisionare opere e gestione post-olimpica degli impianti.

Maurizio Mazagg, il dirigente provinciale che ha ricevuto l'incarico speciale per supervisionare la partecipazione della Provincia alle Olimpiadi 2026 (Foto: ASP/Michele Bolognini)

La Giunta provinciale ha deciso oggi (21 gennaio) di istituire un cosiddetto “incarico speciale” per la partecipazione della Provincia di Bolzano al comitato organizzatore e all’Agenzia di progettazione olimpica per Milano Cortina 2026. Si tratta di una figura prevista per attività che comportano compiti di natura amministrativa di particolare complessità o importanza. Nel caso specifico, si tratta dell’incarico ad un dirigente dell’amministrazione di Palazzo Widmann per il periodo 2020-2025 (prorogabile sino al termine delle attività). La persona designata dalla Giunta provinciale, la cui nomina deve ancora essere ratificata con decreto del presidente, è Maurizio Mazagg, di professione ingegnere e attuale direttore dell’Ufficio tecnico strade centro-sud, che ha già partecipato alla fase iniziale dei "lavori olimpici". 

I suoi compiti saranno quelli di supervisionare e garantire l’adeguamento della Südtirol Arena, ovvero lo stadio del biathlon di Anterselva, nei limiti definiti dal Masterplan olimpico, nonché la gestione finanziaria degli impianti nella fase post-olimpica, in maniera particolare della pista da bob e slittino “Eugenio Monti” di Cortina. Oltre a ciò, dal punto di vista della viabilità, dovrà occuparsi della realizzazione della variante della Val di Riga in grado di migliorare il collegamento diretto fra Bolzano e la Val Pusteria, nonché del rispetto degli standard di accessibilità previsti per i Giochi paralimpici.

mb

Galleria fotografica

Le decisioni della Giunta Provinciale 21.01.2020